La Falesia Chignol, attrezzata da Leo Guerini e Marino Bertocchi, √® cronologicamente la falesia pi√Ļ recente. Caratterizzata da molti itinerari tecnici in placca e alcuni in placca strapiombante, √® divisa in due settori: un torrione e uno strapiombo. Ubicata sulla destra della valle √® l’unica falesia con un’ottimale esposizione anche nel periodo invernale.

ACCESSO: Percorrere la strada statale della Val Seriana e seguire, prima,  le indicazioni per Clusone e, poi, quelle per Castione della Presolana. Una volta arrivati nel centro del paese di Castione, appena dopo il Comune, svoltare a sinistra e procedere tenendo per Rusio. Dopo circa 100 metri troverete un parcheggio (di fronte ad una falegnameria) dove è possibile lasciare la macchina e proseguire a piedi. Percorrere un centinaio di metri lungo la strada asfaltata e, appena prima del ponte sul torrente, imboccare il sentiero sterrato sulla sinistra (indicazione rif. Rino Olmo). Seguendo la strada giungerete ad un primo bivio, dove dovrete tenere la destra inoltrandovi nella valle. Dopo pochi metri oltrepassare il torrente e continuare fino ad un ponte romano che riporta sul lato sinistro. Poco dopo il ponte, sulla sinistra, seguire la traccia che, in 5 minuti circa, porta al settore Giambi. Proseguire lungo il largo sentiero e attraversare, di nuovo, il torrente. Continuare lungo la traccia nel bosco e, in pochi minuti, raggiungerete la Falesia Parete Rossa che, prima, si intravedeva sulla sinistra. Proseguendo ancora lungo il sentiero principale incontrerete sul cammino un ponticello in cemento e, da qui, è già possibile vedere sulla sinistra il settore Corna di San Peder e sulla destra la Falesia Chignol che raggiungerete in pochi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu